rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022

Coronavirus, nello stabilimento Armani che ora fa camici monouso

Produzione riconvertita per l'emergenza e donazioni agli ospedali

Roma, 3 apr. (askanews) - L'emergenza coronavirus e gli appelli degli operatori sanitari per la mancanza di dotazioni personali di sicurezza ha spinto molti imprenditori a riconvertire le loro produzioni in questo senso, soprattutto per realizzare mascherine.

Anche il mondo della moda non si è tirato indietro e Giorgio Armani, ad esempio, ha iniziato a produrre nei suoi stabilimenti italiani camici monouso per medici e infermieri. Ecco come si lavora in uno di questi, a Trento, già operativo a regime.

Armani aveva fin da subito donato soldi alla Protezione Civile, agli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, Istituto dei Tumori di Milano e Spallanzani di Roma, ora ha devoluto altri soldi agli ospedali di Bergamo, Piacenza e della Versilia, arrivando a un contributo complessivo di 2 milioni di euro.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, nello stabilimento Armani che ora fa camici monouso

Today è in caricamento