Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, preoccupa la curva in Francia: ieri 4mila contagi

Ma si valuta una quarantena ridotta a una settimana

 

Parigi, 8 set. (askanews) - In Francia la curva dei contagi da covid-19 continua a preoccupare. Nella giornata di lunedì 7 settembre si sono registrati oltre 4 mila nuovi casi, mentre nei due giorni precedenti sono stati segnalati picchi di 7mila e 9mila infezioni. Sono 537 i pazienti in rianimazione, compresi gli 83 ricoverati nelle ultime 24 ore prima della pubblicazione dei dati. Il tutto con un numero di tamponi pari a un milione a settimana, quindi una media di 142mila test al giorno.

Per facilitare il rintracciamento dei contagi, da domani saranno disponibili i test rapidi con risultato in 15 o 20 minuti. Nonostante questa seconda ondata, dopo la prima di aprile, in Francia al centro del dibattito politico c'è l'ipotesi di riduzione della quarantena per le persone risultate positive.

"Il comitato scientifico ritiene che una quarantena di una settimana possa bastare, perchè si è più contagiosi nei primi cinque giorni - ha spiegato il ministro francese della Salute Olivier Véran intervistato da France Inter - Inoltre, è un dato di fatto che molte persone non rispettino l'isolamento di due settimane. Con una quarantena ridotta potrebbe esserci una maggiore adesione all'auto-isolamento", .

Una decisione in tal senso è attesa venerdì prossimo dopo le valutazioni del consiglio di Difesa e di sicurezza nazionale. In attesa di novità il presidente della Repubblica Emmanuel Macron si è raccomandato pubblicamente con i francesi: "Molti nostri concittadini prendono il contagio nei momenti di vita privata. Bisogna essere tutti più responsabili e più vigili", ha dichiarato.

Proprio oggi intanto il primo ministro francese Jean Castex si sottoporrà a un test COVID-19 per precauzione dopo aver condiviso un'auto con il direttore della gara ciclistica del Tour de France, che da allora è risultato positivo al virus.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento