rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024

Costanzo, Salvo Sottile: "Sulla mafia non abbassò mai la guardia"

Anche dopo l'attentato con cui volevano "fargliela pagare"

Roma, 25 feb. (askanews) - Padre del talk show italiano di cui inventò una veste nuova e moderna, ma anche giornalista impegnato contro la mafia: così il conduttore Salvo Sottile ricorda Maurizio Costanzo a margine della camera ardente aperta in Campidoglio oggi e domani a Roma. "Sulla mafia Maurizio aveva un pallino - ha detto Sottile - è stato un uomo in prima linea, l'ha combattuta davvero, lo ha fatto con la staffetta, quella storica staffetta con Michele Santoro, e la mafia gliela fece pagare cara con gli attentati del 1993, addirittura Messina Denaro andò al Parioli di persona a fare un sopralluogo. Nonostante questo continuò a fare una vita tranquilla, certo aveva un po' la sensazione di essere un sopravvissuto, ma non abbassò mai la guardia sulla mafia, continuò a fare tante trasmissioni, e la sua grandezza si è vista in questo".

Si parla di

Video popolari

Costanzo, Salvo Sottile: "Sulla mafia non abbassò mai la guardia"

Today è in caricamento