Mercoledì, 2 Dicembre 2020

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid-19, Campania in Zona rossa; i cittadini: così non si vive

Controlli a tappeto da parte delle forze dell'ordine

Napoli, 16 nov. (askanews) - Controlli a tappeto e serrande abbassate, poche persone in giro prevalentemente per fare la spesa, rigorosamente in mascherina; i luoghi simbolo di Napoli sono pressoché deserti, pochi passi sotto la pioggia, tra posti di blocco e ronde di militari. È la Campania del Covid-19, nel suo primo giorno feriale di semi-lockdown da Zona Rossa, dopo l'entrata in vigore dell'ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha inasprito le restrizioni per cercare di contenere il dilagare dei contagi da coronavirus Sars-Cov2.

Provvedimenti che generano disagi e malcontento, specie ai commercianti anche se la maggior parte dei cittadini sta rispettando le nuove regole.

Superate le incertezze iniziali in cui alcuni cittadini avevano preso d'assalto i supermercati, ora le vendite nei negozi di alimentari e generi di prima necessità si sono regolarizzate. Resta, tuttavia, l'amarezza sia in chi ha visto calare drasticamente i propri affari sia in chi addirittura è stato costretto a chiudere, come gli estetisti.

Si parla di

Video popolari

Covid-19, Campania in Zona rossa; i cittadini: così non si vive

Today è in caricamento