Venerdì, 26 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid-19, in Italia oltre 50mila morti da inizio pandemia

I dati del lunedì: 22.930 casi, tasso positività sale al 15,4%

Milano, 23 nov. (askanews) - In Italia il Covid-19 ha ucciso più di 50mila persone in pochi mesi di pandemia. Una soglia superata con i dati dell'ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute in cui si segnalano 630 morti nelle ultime 24 ore. 50.453 vittime, le ultime 14mila circa da settembre a oggi, visto che per tutta l'estate, con il contagio in arretramento dopo la chiusura totale in primavera, il numero delle vittime era rimaso intorno ai 37mila.

Secondo gli ultimi dati, con i tamponi in calo come ogni lunedì, la percentuale di positivi rispetto ai testati è salita dello 0,4% portando il tasso di positività a 15,04%. In tutto i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 22.930. Il bollettino segna +9 per le terapie intensive e +418 per i ricoveri, ma come sempre viene comunicato il saldo fra chi entra e chi esce, non il reale aumento delle persone entrate in ospedale o in intensiva.

Ma quando comincerà la discesa, soprattutto dei decessi, ormai sopra i 500 da giorni? Secondo alcuni studi (Davide Manca, docente del Politecnico di Milano e dello statunitense Health Metric and Evaluation) il picco si raggiungerà entro il 9 o 10 dicembre, poi la discesa, ma molto lenta. Secondo i calcoli l'istituto americano al primo marzo si potrebbero contare in Italia oltre 100mila morti.

Si parla di

Video popolari

Covid-19, in Italia oltre 50mila morti da inizio pandemia

Today è in caricamento