Venerdì, 5 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid-19, l'Oms: si colmino disuguaglianze sui vaccini tra paesi

"95% dei 23,5 milioni di dosi somministrate sono in dieci paesi"

Roma, 14 gen. (askanews) - Mentre il numero di casi di Covid-19 continua a crescere a livello globale dall'Organizzazione mondiale della sanità arriva l'invito alle nazioni più ricche a fornire un contributo per colmare la grande disuguaglianza sui vaccini con i paesi più poveri. Da quando sono iniziate la vaccinazione, ha detto il dottor Mike Ryan, direttore del programma di emergenza sanitaria, dei 46 paesi che stanno attualmente vaccinando, solo uno è a basso reddito.

"Il 95% dei 23,5 milioni di dosi di vaccini somministrati nel mondo sono in dieci paesi" ha spiegato Hans Kluge, Direttore Regionale dell'OMS per l'Europa.

"Non possiamo permettere che alcun paese o comunità sia lasciato senza attenzione".

Non si tratta di sapere se sarà raggiunta l'immunità di gregge, ma quando, ha sottolineato Igor Pereginets, coordinatore della risposta alla pandemia COVID-19.

"Dobbiamo essere solidali nei nostri sforzi, non solo quando si tratta di prevenire le infezioni, ma dobbiamo anche attuare le misure che rendono disponibili i vaccini in tutti i paesi".

Si parla di

Video popolari

Covid-19, l'Oms: si colmino disuguaglianze sui vaccini tra paesi

Today è in caricamento