Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid-19, Trump: ho fatto come Churchill, sono rimasto calmo

La risposta alle accuse di aver minimzzato la pandemia

 

Milano, 11 set. (askanews) - Donald Trump ha citato Winston Churchill, per spiegare il suo approccio al tema coronavirus nei mesi in cui è scoppiata la pandemia. Durante un comizio elettorale a Freeland in Michigan il presidente degli Stati Uniti ha ribadito, dopo le anticipazioni sul

libro del giornalista Bob Woodward, che le sue intenzioni erano di evitare di diffondere il panico.

"Come consigliò alla popolazione il governo britannico durante la Seconda Guerra Mondiale - mantenete la calma e andate avanti - anche io ho agito così. Quel pazzo che ha scritto il libro ha detto che Trump ne sapeva di più. Volevano che uscissi a dire che la gente muore e che stiamo morendo - No, no. Abbiamo fatto la cosa giusta. Dobbiamo stare calmi, non vogliamo essere dei pazzi lunatici", ha dichiarato Trump.

E poi: "Quando Hitler bombardava - non so se lo sapete - bombardava Londra, Churchill, un grande leader, saliva spesso sui tetti di Londra per parlare. Parlava sempre con calma. Noi abbiamo fatto allo stesso modo e abbiamo fatto un gran lavoro, come nessun altro".

Dopo l'uscita degli audio dell'intervista del giornalista del Washington Post a Trump, il presidente americano è finito sotto accusa per aver minimizzato gli effetti del Covid-19 nel paese che registra il più alto numero di morti e contagi nel mondo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento