rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

Covid, Andrea Costa: la via graduale dell'Italia finora vincente

Sottosegretario Salute: prudenza ma non allarmismo

Roma, 9 nov. (askanews) - La via di prudenza, gradualità e responsabilità scelta dall'Italia nella campagna vaccinale dà i suoi frutti; bisogna affrontare le prossime settimane con prudenza ma senza paura o allarmismi. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, a Roma a margine del secondo Epocal Summit sull'innovazione del sistema sanitario, promosso da GE Healthcare con il supporto di FASI e ANIA.

"Per quanto riguarda la terza dose aspettiamo le indicazioni scientifiche, compito della politica è farsi trovare pronti a somministrare le dosi quando le platee verranno definite. Oggi siamo agli ultrasessantenni, è ragionevole pensare che ci sia una estensione di questa platea e quindi anche per i cinquantenni. L'appello che dobbiamo fare a tutti coloro che devono ricevere la terza dose è di procedere alla prenotazione sulle piattaforme regionali. Siamo in grado di garantire la somministrazione sia da un punto di vista logistico sia per le disponibilità del vaccino" ha detto Costa.

"Dobbiamo proseguire nell'opera di convincimento verso i cittadini che non si sono ancora vaccinati" prosegue Costa, "I dati ogni giorno mettono in evidenza che in nove casi su dieci chi finisce in terapia intensiva non è vaccinato. Dovrebbe bastare a convincere chi non si è vaccinato che il vaccino è l'unica via d'uscita da questa pandemia, ce lo dimostra anche l'andamento negli altri paesi europei; il percorso graduale, di prudenza, di senso di responsabilità scelto dall'Italia fino ad oggi sta dando buoni risultati. Dobbiamo affrontare le prossime settimane con senso di responsabilità ma non credo con paura o con allarmismo. Dobbiamo continuare a vaccinarci, solo così potremo uscire da questa pandemia" ha concluso il sottosegretario.

Si parla di

Video popolari

Covid, Andrea Costa: la via graduale dell'Italia finora vincente

Today è in caricamento