Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Berlusconi esce dal San Raffaele: "L'ho scampata bella"

E rivela che la sua carica virale era tra le più alte mai viste

 

Milano, 14 set. (askanews) - Silvio Berlusconi ha lasciato l'ospedale di Milano, dove era stato ricoverato il 4 settembre perché positivo al Covid-19, ringraziando "il cielo e la professionalità dei medici del San Raffaele", primo fra tutti il suo medico personale, "il professor Alberto Zangrillo". In un punto stampa fuori dal nosocomio l'ex premier ha poi rivelato:

"Ho superato quello che considero la prova forse più pericolosa della mia vita. Il professor Clementi del San Raffaele ha studiato il mio tampone ed è rimasto sorpreso dall'entità della carica virale, pensate la più alta tra le decine di migliaia osservate al San Raffaele. Fortunatamente quando me lo hanno comunicato ero già nella fase di recupero da una polmonite bilaterale che mi rendeva tra i soggetti più a rischio. Lo posso dire con soddisfazione: anche stavolta me la sono scampata bella".

Una malattia "grave e davvero insidiosa", superata grazie all'affetto e alla partecipazione di chi gli è stato vicino, sostenitori, ma anche avversari. Poi un appello alla prudenza:

"Ho provato in prima persona che fino a quando la circolazione di questo virus non sarà debellata, ognuno di noi, pur agendo con la più grande prudenza è esposto al rischio di essere contagiato e di contagiare gli altri e questo è tanto più grave per le persone fragili per età o per condizioni di salute".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento