Venerdì, 7 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Gimbe: lenta discesa ma indietro sui vaccini 60-79 anni

Meno nuovi contagi e decessi, si allenta la pressione su ospedali

Roma, 29 apr. (askanews) - Diminuiscono i nuovi contagi e i decessi, 2.279 contro 2.545; in calo anche i casi attualmente positivi, le persone in isolamento domiciliare, i ricoveri con sintomi e le terapie intensive, -12,8%. I dati del monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe sulla situazione coronavirus in Italia, nella settimana 21-27 aprile, rispetto alla precedente, registrano una lenta e progressiva discesa dei nuovi casi nel Paese, frutto, dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione, "delle restrizioni delle scorse settimane" e "che proseguirà verosimilmente ancora fino a metà maggio".

Oltre 448 mila casi attualmente positivi confermano, tuttavia, che la circolazione virale è ancora molto elevata. Negli ospedali, secondo i dati Gimbe, l'occupazione da parte dei pazienti Covid supera ancora il 40% in 2 Regioni; per le terapie intensive si supera la soglia di saturazione del 30% ancora in 7 Regioni.

Sul fronte vaccini, inoltre, il ritmo della campagna cresce in maniera lenta e costante, sottolinea la Fondazione, ma pesa ancora il mancato decollo delle consegne per cui, rispetto agli altri paesi europei, l'Italia sale in classifica per la copertura degli over 80 ma è al quartultimo posto per le fasce 60-69 e 70-79 anni.

Si parla di

Video popolari

Covid, Gimbe: lenta discesa ma indietro sui vaccini 60-79 anni

Today è in caricamento