Martedì, 15 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Guterres: siamo in guerra, rafforzare capacità nostre armi

Al via l'assemblea annuale dell'Oms

Milano, 24 mag. (askanews) - Il Covid-19 ha scatenato un conflitto per il quale è "necessaria" una "economia di guerra". Lo ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres all'Assemblema annuale Oms, lanciando un appello alla comunità internazionale: "Siamo in guerra contro un virus. Abbiamo bisogno di entrare in una logica e in un'urgenza di una economia di guerra per rafforzare la capacità delle nostre armi: i vaccini".

L'Assemblea si protrarrà fino all'1 giugno e si concentrerà sugli sforzi per contenere la pandemia e sugli appelli a rinnovare l'intero approccio alla salute globale per aiutare a prevenire future catastrofi simili al Covid. Il direttore generale dell'Oms Tedros Gebreyesus nel corso dei lavori della 74a Assemblea Mondiale della Sanità ha voluto ricordare lo sforzo e il sacrificio degli operatori sanitari di tutto il mondo: "Per circa 18 mesi, i lavoratori del servizio sanitario in tutto il mondo sono stati sul baratro, tra la vita e la morte. Hanno salvato innumerevoli vite e hanno combattuto per altri che, nonostante i loro migliori sforzi, sono andati via. Molti si sono infettati a loro volta e, sebbene le segnalazioni siano scarse, stimiamo che almeno 115.000 operatori sanitari e assistenziali abbiano pagato il prezzo più alto al servizio degli altri"

Tedros ha lanciato l'appello per uno sforzo globale che garantisca che il 10% della popolazione di ogni Paese sia vaccinato contro il coronavirus entro settembre. "Oggi faccio appello agli Stati membri a sostenere una campagna di vaccinazione di massa di almeno il 10 per cento della popolazione di ogni Paese da ora a settembre".

Un momento chiave è atteso per domani quando ministri e diplomatici discuteranno i risultati di tre rapporti redatti da gruppi indipendenti separati che hanno valutato gli aspetti della risposta alla pandemia globale.

Si parla di

Video popolari

Covid, Guterres: siamo in guerra, rafforzare capacità nostre armi

Today è in caricamento