Giovedì, 17 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Ricciardi: vaccino in vacanza. Perché no?

Dobbiamo ampliare i luoghi dove si offre il vaccino

Roma, 25 mag. (askanews) - "Il vaccino deve essere praticato in qualsiasi circostanza". Parola di Walter Ricciardi, ordinario di Igiene e Medicina preventiva all'Università Cattolica, che spiega ad Askanews: "Le vaccinazioni di massa come ci hanno dimostrato gli israeliani e adesso anche gli americani devono essere fatte in qualsiasi circostanza: recentemente ho visto che gli americani vaccinavano addirittura in metropolitana. Il vaccino è chiaramente un atto medico, non deve essere banalizzato perché non è qualcosa di completamente immune da effetti collaterali, può dare reazioni. Reazioni blande, assolutamente controllabili, ma per le quali è necessario osservare il soggetto per 10-15 minuti dopo la vaccinazione ed eventualmente intervenire. Però il fatto che è stato già somministrato a decine di milioni di persone proteggendole è un fatto importantissimo e quindi dobbiamo ampliare i luoghi delle vaccinazioni. Non solo gli hub o gli studi dei medici di medicina generale, ma anche tutti gli ambienti di vita e di lavoro: nelle scuole, nelle fabbriche e naturalmente, perché no, anche nei luoghi, se adeguatamente attrezzati, dove si trascorrono le vacanze".

Si parla di

Video popolari

Covid, Ricciardi: vaccino in vacanza. Perché no?

Today è in caricamento