rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024

Crosetto: 2% Pil a Difesa? A Vilnius saremo il pierino della Nato

"Il no a vincoli bilancio è per avere margini per spese sociali"

Roma, 16 feb. (askanews) - Alla prossima riunione dell'Alleanza atlantica a Vilnius, sul 2% del Pil alla Difesa, "alla fine saremo il pierino della Nato": lo ha detto oggi il ministro della Difesa Guido Crosetto alle commissioni riunite Difesa della Camera ed Esteri e Difesa del Senato. "Ieri per la prima volta ho detto sì con fatica", ha spiegato facendo riferimento alla riunione dei ministri della Difesa della Nato tenutasi a Bruxelles.

"Ieri mi sono limitato a dire che stante la situazione finanziaria e i vincoli dell'Europa sul bilancio è difficile da raggiungere", ha insistito Crosetto, ricordando che "il 2% ieri era considerato il punto di partenza". "La Polonia investe il 4%, l'Inghilterra ha detto che dobbiamo mettere il 3%", ha spiegato il ministro. "Noi oggi siamo all'1,38%. Da questo nasce la mia proposta dello scorporo", ha precisato. "Escludere queste spese dal vincolo di bilancio, consente di investire nei settori dove c'è crisi reale, su sociale, sanità, interventi economici", ha quindi spiegato Crosetto, aggiungendo: "la scelta di destinare il 2% del Pil alle spese della Difesa non è stata fatta né da me né da questo governo, risale al 2014 ed è stata ribadita da tutti i governi". "E l'unica persona che ieri alla Nato ha detto che il 2% è difficile da raggiungere è stato il sottoscritto", ha commentato.

Si parla di

Video popolari

Crosetto: 2% Pil a Difesa? A Vilnius saremo il pierino della Nato

Today è in caricamento