Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dante 700, a Forlì 300 capolavori in mostra al San Domenico

Per raccontare il mito del Sommo Poeta dal '200 al '900

Roma, 29 apr. (askanews) - Un girone, per così dire, composto da 300 opere, che ripercorre la fortuna visiva di Dante Alighieri dal Medioevo al Novecento: è la grande esposizione allestita ai Musei San Domenico di Forlì, in sinergia con le Gallerie degli Uffizi di Firenze e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, per raccontare il mito di Dante nella storia dell'arte, nel contesto del settecentenario della sua morte.

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt: "Con le forze unite siamo riusciti ad allestire una mostra veramente innovativa, perché è la prima volta che si vede attraverso i secoli l'importanza e la fortuna visiva non solo della Divina Commedia ma di tutta la produzione letteraria del sommo poeta".

Da Cimabue a Picasso, passando per Giotto, Canova e Fontana, la mostra segue non soltanto un iter dettato dalla cronologia, ma anche dalla poetica dantesca.

Come spiega Brunelli, Direttore delle grandi mostre della Fondazione della Cassa di Risparmio di Forlì: "Il trentatreesimo canto della terza cantica, il Paradiso, non chiude solo la Divina Commedia, ma anche la mostra, e lì la scelta che abbiamo fatto è quello delle illustrazioni di Maria, la figura di San Bernardo e la trinità che chiude l ultimo canto di Dante".

Si parla di

Video popolari

Dante 700, a Forlì 300 capolavori in mostra al San Domenico

Today è in caricamento