Mercoledì, 14 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Discoteche, il sindacato ricorre al Tar contro lo stop per Covid

Assembramenti ci sono ovunque, Governo si è dimenticato di noi

Roma, 18 ago. (askanews) - Discoteche sì, discoteche no, da un lato ci sono i gestori di locali e il popolo della notte, dall'altro il governo e i fautori del controllo. La spaccatura sulla nuova chiusura delle discoteche è netta. Il Sindacato Italiano Locali da Ballo ha presentato ricorso al tar per la discriminazione nell'applicazione del decreto del Ministro Speranza. "Ha chiuso le discoteche per gli assembramenti ma questi assembramenti ci sono ovunque. Le spiagge sono affollate, anche sui mezzi pubblici si vedono le stesse cose. Perché penalizzare solo le discoteche? Bisogna tenere tutto aperto, magari con norme più restrittive. La salute è importante" dice Maurizio Pasca, presidente del Sindacato Italiano Locali da Ballo. Saltato anche l'incontro con il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, sulla questione discoteche che si dovrebbe tenere dopo la pronuncia del Tribunale amministrativo. "Siamo disposti a ritirare il ricorso al Tar se ci saranno aiuti economici seri, - continua Pasca - il Governo si è dimenticato di questo settore, che ha subito pesantissimi danni".

Si parla di

Video popolari

Discoteche, il sindacato ricorre al Tar contro lo stop per Covid

Today è in caricamento