Martedì, 19 Ottobre 2021

Dissesto idrogeologico, Consorzio di Bonifica ripristina roggia

Nella bassa bergamasca, un progetto tra green e irrigazione

Bergamo, 11 ott. (askanews) - Una roggia del '400 completamente ripristinata, pulita e risagomata nel tratto compreso tra il punto di derivazione nel comune di Cavernago, presso Cascina Isotta, e il confine nord del Comune di Martinengo, nella bassa bergamasca. Grazie al progetto del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, l'operazione consente ora di evitare le esondazioni, garantire maggiore tutela ambientale e contrastare il dissesto idrogeologico nell'area di intervento.

Un progetto nato nel 2015, in occasione del 60° anniversario del Consorzio, che riguarda il territorio compreso tra cinque Comuni: Cavernago, Ghisalba, Martinengo, Cortenuova e Romano di Lombardia seguendo il corso della Roggia Martinenga, realizzata nel 1400 per volere della famiglia Martinengo con al finalità di consentire l'irrigazione dei campi della Bassa Bergamasca.

Il presidente del Consorzio, Franco Gatti: "Questo intervento rientra nel più grande campo della lotta all'emergenza climatica. Con questo intervento abbiamo voluto recuperare una antica roggia che aveva perso nel tempo la propria funzione, ovvero di portare acqua ai vari fossati di difesa, portare forza motrice ai mulini, assicurare le condizioni igienico ambientali alle popolazione e l'aspetto irriguo. Col tempo molte di queste funzioni sono andate perse e da qui è nata l'idea del Consorzio. La ripristiniamo anche perché su questo tratto si stanno registrando parecchi problemi di allagamenti".

Si tratta di una seconda tranche di lavori di un progetto più ampio che ha consentito di riqualificare nella sua quasi totalità tutto l'antico sedime della roggia, circa 7 chilometri; lavori eseguiti grazie ad un finanziamento statale di circa 3 milioni di euro per interventi necessari alla riduzione del rischio idrogeologico.

Mario Reduzzi, direttore generale del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca: "Ha comportato una ristrutturazione dell'intero canale e con una tecnica di ingegneria naturalistica si è riportato alla luce dal punto di vista ambientale anche una serie importante di manufatti. In altre situazioni si è dovuti intervenire con una tecnica innovativa, con l'infissione di palancole in ferro".

La roggia corre parallelamente al fiume Serio, attraversando il comune di Cavernago con il bellissimo castello di Malpaga, si dirige verso Ghisalba per arrivare a Martinengo dove scarica le acque in esubero nel Fontanone di Martinengo. Nel progetto del Consorzio rientrano anche "Le vie della Bonifica", percorsi di cicloturismo che sono stati realizzati nel più ampio complesso dei lavori.

Si parla di

Video popolari

Dissesto idrogeologico, Consorzio di Bonifica ripristina roggia

Today è in caricamento