Lunedì, 19 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dl scuola, dal Senato ok a fiducia: 148 i sì

Pochi votanti in Aula. Lega attacca maggioranza

Milano, 28 mag. (askanews) - L'aula del Senato ha approvato il maxiemendamento interamente sostitutivo del decreto Scuola, su cui il governo aveva posto la questione di fiducia. il decreto legge disciplina gli Esami di Stato conclusivi del I e del II ciclo di istruzione, la valutazione finale degli alunni, la conclusione dell anno scolastico e l avvio del prossimo, le procedure concorsuali straordinarie per la Scuola secondaria di I e II grado.

Il voto è arrivato al termine di una giornata di tensione in un'Aula semivuota dove l'opposizione ha contestato il decreto, pur manifestando solidarietà al ministro Azzolina per le minacce subite.

La Lega ha attaccato duramente la gestione della Commmissione Bilancio del Senato da parte del presidente, il M5s Pesco. La senatrice Antonella Faggi ha denunciato "le modalità" definite "vergognose" con cui la commissione Bilancio ha espresso il suo parere sul dl Scuola.

"Sono soldi pubblici - ha quasi urlato Faggi - destinati ai nostri ragazzi ed è una vergogna che venga usata una Commissione per essere la camera di compensazione delle rogne della maggioranza. La Commissione Bilancio non è una camera di compensazione".

Più volte contestato e interrotto il senatore pentastellato Daniele Pesco, presidente della Commissione Bilancio del Senato, che si è difeso in Aula dalle accuse delle opposizioni per le procedure con cui la V commissione ha esaminato il Dl Scuola e il maxiemendamento su cui è stata posta la fiducia.

"Se la Commissione avesse dato parere favorevole a emendamenti senza coperture, allora gli attachi sarebbero stati legittimi. Ma la Commissione Bilancio ha esaminato emendamenti, ha guardato i pareri della Ragioneria Generale dello Stato, e quando la Rgs ha detto che costavano, non potevamo fare altrimenti".

Si parla di

Video popolari

Dl scuola, dal Senato ok a fiducia: 148 i sì

Today è in caricamento