Lunedì, 18 Ottobre 2021

Draghi all'Onu: G20 sull'Afghanistan, Paese rischia la catastrofe

Uniti su clima e pandemia: inaccettabili disparità sui vaccini

Roma, 23 set. (askanews) - Aiuti umanitari, sicurezza e diritti umani. Saranno i temi principali su cui concenterà il G20 straordinario sull'Afghanistan, ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi al suo debutto all'Onu, con un videomessaggio alla 76esima Assemblea Generale. Serve un approccio condiviso, ha ricordato Draghi, la comunità internazionale deve collaborare perché il Paese rischia la catastrofe.

"La comunità internazionale deve presentarsi coesa nell esigere che tutti i cittadini afghani possano vivere in dignità, pace e sicurezza; che sia assicurata la tutela delle categorie vulnerabili; e che le donne mantengano i diritti fondamentali, primo fra tutti quello all istruzione".

Coesione e multilateralismo anche nella lotta ai cambiamenti climatici: "Dobbiamo agire ora - ha detto - per tutelare il Pianeta, l'economia e le generazioni future". Nel discorso di Draghi anche la Libia, i migranti, la cui corretta gestione richiede una risposta condivisa; e la lotta il terrorismo. Inoltre, la pandemia, che ancora non è finita: anche se in Italia e in Europa è tornato l'ottimismo, a livello mondiale ci sono differenze drammatiche: "A livello globale, abbiamo davanti differenze drammatiche nella diffusione dei vaccini. Nei Paesi ad alto reddito, più del 65% della popolazione ha ricevuto almeno una dose. Nei Paesi più poveri, solo il 2%. Queste disparità sono moralmente inaccettabili: meno vaccinazioni equivalgono a più morti".

L'Italia, ha assicurato, intende triplicare le "donazioni di dosi di vaccino da 15 a 45 milioni entro la fine del 2021, nel quadro di un più ampio sforzo europeo".

Si parla di

Video popolari

Draghi all'Onu: G20 sull'Afghanistan, Paese rischia la catastrofe

Today è in caricamento