Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ermes, lo smart terminal Made in Italy per comunicare dalla Luna

La torinese Argotec ha creato il primo "telefonino lunare"

di Pino Di Feo

montaggio: Alessandro Violante

Torino, 14 apr. (askanews) - Potrebbe essere Made in Italy il primo "smart terminal" per le comunicazioni satellitari degli astronauti e il data link dalla Luna alla Terra e viceversa.

Lo sta mettendo a punto l'azienda aerospaziale torinese Argotec, in vista del ritorno dell'uomo sulla Luna con le missioni Artemis della Nasa e dei suoi partner internaizonali, tra cui l'Esa e l'Asi. Askanews ne ha parlato in esclusiva con il Ceo di Argotec, David Avino.

"Ermes - ha spiegato - è un sistema di telecomunicazione portatile che consentirà all'uomo, ai lander, ai rover che popoleranno la superficie lunare di comunicare direttamente, attraverso un sistema satellitare, a terra, quindi non solo verso i centri di controllo ma anche potenzialmente verso gli utenti finali come le persone che vogliono controllare i propri rover o i propri lander o anche le persone che vogliono comunicare con i propri cari che si trovano sulla Luna".

Sembra fantascienza ma è una realtà, frutto della tecnologia italiana. Ermes - lo vedete in questa ricostruzione grafica - sarà grande più o meno come una valigetta e dotato di un'antenna per collegarsi alla costellazione di satelliti lunari denominata Andromeda.

"Andromeda - ha aggiunto Avino - è una costellazione di satelliti di Argotec operativa dal 2024 che consentirà 24 ore su 24, 7 giorni su 7 la comunicazione, da qualsiasi parte della Luna".

Come "il messaggero degli Dei" da cui prende il nome, Ermes trasmetterà dati, video e voce dalla Luna, migliorando la quotidianità delle missioni spaziali.

"Sarà sicuramente un sistema portatile delle dimensioni maggiori dei cellulari che abbiamo abitualmente nelle nostre tasche - ha concluso il Ceo di Argotec - questo per la necessità di avere un pacco batterie più complesso per durare di più e una piccola antenna che si aprirà all'occorrenza per captare il satellite più vicino. Ne abbiamo immaginato due versioni diverse, una sicuramente portatile e un'altra che verrà montata sui rover e i lander, questo perché chi sviluppa rover e lander non dovrà preoccuparsi dei sistemi di comunicazione, a quello penseremo noi".

Ermes è un progetto ambizioso, primo e per ora unico nel suo genere, approvato dalla Regione Piemonte, che ne è promotrice, con un contributo del valore di circa 4 milioni di euro. La sua realizzazione ha preso il via all'inizio del 2020 e vede impegnati Argotec e una filiera tutta italiana.

Si parla di

Video popolari

Ermes, lo smart terminal Made in Italy per comunicare dalla Luna

Today è in caricamento