rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

False fatturazioni nelle gare di rally: 15 società nei guai

Presunta frode da 12 milioni di euro

Roma, 11 nov. (askanews) - Frode fiscale nel mondo dei rally. I Finanzieri della Compagnia di Erba, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Como, Giuseppe Rose, hanno rilevato una presunta frode fiscale di oltre 12 milioni di euro realizzata attraverso l'emissione e l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti da parte di 15 società, molte delle quali prive di struttura imprenditoriale e commerciale. L'ambito è quello delle società, con sede nell'erbese, che operano nel campo delle sponsorizzazioni sportive.

Coinvolti nel meccanismo fraudolento le scuderie automobilistiche, gli sponsor e le società di promozione pubblicitaria.

In particolare, le scuderie di rally, per abbattere il proprio reddito e l'Iva a debito derivanti dalla cessione di spazi pubblicitari e dal noleggio di autovetture, avrebbero utilizzato fatture per presunte operazioni inesistenti emesse da società cartiere create ad hoc per facilitare l'evasione fiscale milionaria.

Si parla di

Video popolari

False fatturazioni nelle gare di rally: 15 società nei guai

Today è in caricamento