Domenica, 11 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2 a Roma: poca gente sui mezzi pubblici e obbligo mascherine

Alla fermata metro di Termini mancano i segnaposto blu circolari

Roma, 4 mag. (askanews) - La fase 2 parte nella Capitale senza il temuto caos sui mezzi pubblici: metro, bus e tram appaiono semi vuoti, con il mantenimento delle distanze di sicurezza che viene rispettato dai passeggeri.

Domenica c'erano stati forti appelli alla responsabilità dei romani e una polemica sulle difficoltà di mantenere sotto il 50% la capienza disponibile, che tuttavia è stata rispettata grazie alla scarsa affluenza registrata, forse dovuta alla paura del contagio sui mezzi pubblici nelle ore di punta.

A bordo dei mezzi è ora obbligatoria la mascherina protettiva. Sia sul bus che nella metro è necessario sedersi a posti alterni, una condizione finora semplice da mantenere mentre nel Lazio sono 254.000 le persone tornate al lavoro da questo fatidico 4 maggio 2020, sui 4,4 milioni di italiani totali.

Gli ingressi nelle stazioni della metropolitana sono stati fortemente ridotti, per concentrare i controlli in un solo punto d'accesso, mentre nelle banchine sono stati disegnati dei segnaposto blu circolari, che tuttavia mancano completamente nella fermata di Roma Termini, sia sulla linea A che sulla B.

Non c'è poi stato il preannunciato assalto ai treni per rientrare nelle case di residenza. Alla stazione Termini è stato istituito un percorso con marcatori verdi a terra per accompagnare l'eventuale folla di viaggiatori fino ai binari. Controlli della temperatura prima di salire sul treno vengono effettuati accuratamente.

Questa fase due ha sicuramente spinto più gente a uscire di casa, anche solo per ritirare un caffè al bar o tornare ad acquistare il pranzo nei punti di ristorazione che possono da oggi effettuare il take away. Ci sono tuttavia molti ristoratori che preferiscono mantenere chiusi i locali perché da loro - dicono - l'asporto non funziona:

"Di male in peggio. Siamo ancora alla fase 1, non 2. Sono arrivate le bollette da pagare", raccontano questi due ristoratori in zona Termini.

Si parla di

Video popolari

Fase 2 a Roma: poca gente sui mezzi pubblici e obbligo mascherine

Today è in caricamento