Martedì, 13 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, caffè e cibo da asporto: pochi lo fanno ma piace

Primi tentativi riapertura e di di ritorno alla normalità

Milano, 4 mag. (askanews) - La maggioranza di bar e ristoranti almeno per ora ha scelto di non riaprire i battenti, ma ci sono alcuni ristoratori che nel rispetto delle norme del Governo per la fase due hanno deciso di aprire solo per l'asporto e le consegne a domicilio. A Milano come a Roma, i primi tentativi di ritorno alla normalità stanno avendo un certo successo, ma i limiti sono molti. Mascherina, gel disinfettante o addirittura guanti come racconta questo barista di una nota caffetteria milanese.

"Per essere il primo giorno ci stiamo difendendo bene, non so quanti caffè ma di scontrini siamo sui 120, i clienti ci chiedono, caffè, noi siamo famosi per i cannoncini, e poi torte e brioches, ma soprattutto ci chiede normalità la gente".

Confezioni usa e getta, pellicola per incartare i gelati, code e attese, confusione su come si entra e si esce dai locali, sono ancora tanti gli ostacoli da affrontare ma un caffè al bar fa sperare in giorni migliori.

I clienti sono sorpresi e soddisfatti anche se a volte resta l'amaro in bocca.

"Primo caffè? Sì soddisfatto, no perchè mi viene l'angoscia per il mio bar che non ho ancora aperto".

Si parla di

Video popolari

Fase 2, caffè e cibo da asporto: pochi lo fanno ma piace

Today è in caricamento