Giovedì, 15 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, sit-in dei negozianti a Roma: "Siamo in ginocchio"

Manifestazione vicino a P.Chigi. Al governo: "Così non riapriamo"

Roma, 4 mag. (askanews) - "Noi chiudiamo, non riapriamo più dopo. Ma che aspettate che ci cospargiamo di benzina e ci diamo fuoco?".

È il drammatico appello di un parrucchiere romano che insieme a una trentina di titolari di negozi, ristoratori, commercianti. si sono ritrovati davanti a Palazzo Chigi per chiedere al governo misure più efficaci per fronteggiare la crisi economica dovuta alla chiusura delle attività per l'emergenza coronavirus.

Con una Piazza Colonna blindata, i dimostranti sono stati allontanati dall'altra parte di via del Corso. I poliziotti poi li hanno invitati a disperdersi, anche perché non sono state rispettate le distanze di sicurezza e molti non indossavano la mascherina o non correttamente, hanno spiegato gli agenti.

L'appello scritto su un cartello decorato con fascia tricolore: "Aiuto. I negozi muoiono. State facendo morire il commercio. Per i nostri figli e nipoti".

"Ci dicono che dobbiamo aspettare - hanno sottolineato i commercianti chiedendo che qualche politico scenda a incontrarli - ma siamo in ginocchio, abbiamo i giorni contati, non c'è più tempo".

"Se qualcuno viene nel nostro negozio e si ammala noi siamo accusati di tentato omicidio, come facciamo ad aprire? Non abbiamo fatturato e con una pressione del genere addosso, non possiamo. Che dobbiamo fare?".

Un barista racconta di aver perso il lavoro con il lockdown: "Ci fosse stato un parlamentare che in questo momento di crisi abbia detto ci tagliamo lo stipendio. State nelle vostre ville a 40mila euro al mese"

I manifestanti si sono auto-organizzati convocando il sit-in su Facebook ma il dispiegamento di polizia e carabinieri fa pensare che le forze dell'ordine si attendevano, in questo avvio della fase 2, una manifestazione più ampia.

Si parla di

Video popolari

Fase 2, sit-in dei negozianti a Roma: "Siamo in ginocchio"

Today è in caricamento