Mercoledì, 21 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, trasporti a rischio caos. Nuove regole da Roma a Milano

Posti dimezzati, mascherine, distanziamento e accessi controllati

Roma, 4 mag. (askanews) - È iniziata la fase 2 e con il ritorno di circa 4 milioni di persone a lavoro e le regole di distanziamento sociale da mantenere uno dei principali problemi resta quello dei trasporti, messi a dura prova. Soprattutto nelle grandi città come Milano dove la maggior parte delle persone usa i mezzi pubblici per andare a lavoro, e a Roma dove il servizio di bus e metropolitane anche nella normalità, prima dell'emergenza coronavirus, finiva spesso al centro delle cronache per disagi e disservizi.

Accessi quindi controllati nel primo giorno di parziale riapertura delle città e regole precise per tutti.

Atac ricorda che per salire a bordo c'è l'obbligo di indossare la mascherina; ammessi anche viaggiatori in piedi sino al raggiungimento del 50 per cento della capacità del veicolo. A bordo non si potranno occupare i posti con il segnale di divieto e alcune zone nei pressi delle cabine di guida e di manovra. Importante poi mantenere sempre la distanza sociale di 1 metro dagli altri viaggiatori e dal personale.

E se nelle stazioni di treni e metropolitane l'accesso può essere limitato in base all'affluenza e bisogna attendere in fila aspettando i segnali sulle banchine, per bus, filobus e tram in caso di raggiungimento di capienza massima, le fermate possono essere saltate o effettuate solo per la discesa dei viaggiatori.

Trenord ha assicurato un potenziamento della rete nell'intera Lombardia dal 40 al 60%. A bordo obbligo anche di guanti oltre che di mascherine. Volontari della Protezione civile distribuiranno dispositivi di protezione individuale messe a disposizione della Regione. Nelle ore di punta alcune linee lavoreranno al 100% e ci saranno più convogli visto che non si può superare il 50% di capienza nel singoli vagoni. Per spostarsi nel territorio regionale a bordo di treni, necessario il documento di autocertiticazione.

In generale, i mezzi saranno spesso sanificati e si invitano i passeggeri, dove possibile, a pre-acquistare i biglietti online. L'appello è sempre al buonsenso e al rispetto delle regole. Sarà un nuovo modo di viaggiare per tutti.

Si parla di

Video popolari

Fase 2, trasporti a rischio caos. Nuove regole da Roma a Milano

Today è in caricamento