Venerdì, 5 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Finanziamenti libici e corruzione, Sarko nella bufera giudiziaria

Solo predecessore Chirac processato dopo aver lasciato l'incarico

Milano, 9 dic. (askanews) - È il primo capo di stato della Francia repubblicana moderna a comparire in persona sul banco degli imputati e per il quale la procura chiede una pena carceraria: 4 anni di cui 2 con condizionale. L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy già lunedì aveva dichiarato di "non aver mai commesso anche un minimo atto di corruzione" e ha promesso di andare "fino in fondo" per riabilitare il suo nome in un processo storico: "Permettetemi di dire solennemente... che non ho mai commesso il minimo atto di corruzione. Mai. Mai abusato della mia influenza, presunta o reale".

Il 65 enne è accusato di aver tentato di corrompere un giudice Gilbert Azibert in cambio di informazioni privilegiate su un'indagine sulle finanze della sua campagna. Per questo rischia una condanna fino a 10 anni e una multa di un milione di euro se condannato. Il verdetto è atteso per il 10 dicembre. Parallelamente l'ex ministro dell'Interno francese Brice Hortefeux è stato incriminato martedì 8 dicembre per "finanziamento illegale di campagne elettorali" e "associazione a delinquere" in un'indagine sul possibile finanziamento libico della campagna presidenziale di Sarkozy nel 2007.

Hortefeux è stato accusato dal cognato di Muammar Gheddafi, Abdallah Senoussi, nonché dall'uomo d'affari Ziad Takieddine, con cui è stato a lungo un amico intimo. Secondo questi due, avrebbe organizzato il sostegno concesso dal regime libico a Sarkozy per la sua elezione alla presidenza.

Quanto alla prima indagine, solo un altro presidente francese, il mentore politico di Sarko Jacques Chirac, è stato processato dopo aver lasciato l'incarico, ma venne esonerato dal dover partecipare al processo per corruzione del 2011 a causa di problemi di salute.

Si parla di

Video popolari

Finanziamenti libici e corruzione, Sarko nella bufera giudiziaria

Today è in caricamento