Sabato, 27 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Franceschini replica a critiche: non si è percepita gravità crisi

Dopo chiusura cinema e teatri, promette: sarà più breve possibile

Roma, 26 ott. (askanews) - "Vorrei rispondere alle osservazioni che ho ricevuto con la stessa franchezza con cui le critiche e le osservazioni sono state rivolte a me: ho l'impressione che non si sia percepita la gravità della crisi, non si è percepito quali sono i rischi del contagio in questo momento. E del resto verrebbe da chiedersi: perché quando sono stati chiusi ugualmente i cinema e i teatri a marzo non c'è stata questa ondata di proteste. Forse non si è capito a che punto siamo": così il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, in un video postato su Facebook replica alla valanga di critiche e proteste del mondo dello spettacolo e della cultura che lo hanno travolto dopo la chiusura di cinema, teatri e sale concerto tramite il Dpcm del 24 ottobre.

Franceschini ha poi mostrato un grafico riguardante la curva epidemiologica tra aprile ed oggi e ha promesso:

"Io mi impegno affinché questa chiusura sia la più breve possibile, dipenderà ovviamente dall'andamento epidemiologico, ma questo è il mio impegno".

"Mi assumo la responsabilità diretta di questa scelta, poi sarà il tempo a dire se è stata giusta o sbagliata, se è stata necessaria o no, ma adesso è necessario stare tutti dalla stessa parte".

Si parla di

Video popolari

Franceschini replica a critiche: non si è percepita gravità crisi

Today è in caricamento