rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024

Francia, storica mobilitazione contro la riforma delle pensioni

Mentre il Senato discute il progetto di legge

Roma, 7 mar. (askanews) - Nel giorno dell'atteso braccio di ferro col governo sulla riforma delle pensioni, i vertici dei principali sindacati francesi indicavano di aspettarsi "più di due milioni" di manifestanti in piazza per questo sesto giorno di mobilitazione che segna l'inizio di una "nuova fase" del movimento sociale.

"Sì credo che la scommessa sia vinta, la scommessa di mostrare la determinazione del mondo del lavoro in questo 7 marzo, è ampiamente riuscita", ha dichiarato Laurent Berger, segretario generale del sindacato CFDT.

"È il più grande giorno di mobilitazione dall'inizio della contestazione", ha detto Philippe Martinez, segretario generale della CGT.

Oltre al grande corteo parigino la mobilitazione ha coinvolto 300 piazze in Francia, dal nord al sud del paese. "A chi spetta l'ultima parola? Evidentemente al popolo - ha detto da Marsiglia il leader della sinistra francese Jean Luc Mélenchon - Quindi per Macron è giunto il momento di prendere l'iniziativa democratica che risponde a questo impasse o lo scioglimento del Parlamento"

Tutti chiedono a gran voce che non sia innalzata l'età pensionabile da 62 a 64 anni. E lo fanno in piazza mentre il Senato ha ripreso l'esame del progetto di riforma delle pensioni. Secondo informazioni raccolte da fonti sindacali ci sarà una nuova giornata di mobilitazione sabato.

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento