rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Gb: 90% dei pazienti in intensiva non ha avuto dose di richiamo

Premier Johnson non inasprirà restrizioni per fine anno

Londra, 29 dic. (askanews) - "Il 90% dei pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva che ho visto non ha ricevuto il booster" Ha dirlo è il primo ministro britannico Boris Johnson, escludendo ancora una volta qualsiasi inasprimento delle restrizioni prima del nuovo anno.

"Mi dispiace dirlo, ma la stragrande maggioranza delle persone ricoverate in terapia intensiva nei nostri ospedali sono coloro che non hanno ricevuto una dose di richiamo", ha detto il leader conservatore a margine di una visita in un ospedale, rinnovando la sua richiesta affinché la popolazione riceva una dose aggiuntiva di vaccino.

"Se non sei vaccinato, hai in media otto volte più probabilità di finire in ospedale", ha detto Boris Johnson. Di fronte a una diffusione fulminea della variante Omicron, con un record di quasi 130.000 casi registrati martedì in Inghilterra e Galles, il Regno Unito ha lanciato una massiccia campagna di richiamo vaccinale che ha già permesso di somministrare una dose aggiuntiva a quasi il 57% della popolazione di età superiore ai 12 anni.

L'obiettivo è offrirne il richamo a tutta la popolazione adulta entro la fine dell'anno. Per frenare la diffusione del virus invece Scozia, Galles e Irlanda del Nord, hanno chiuso i locali notturni.

"La variante Omicron continua a porre problemi reali, vediamo l'aumento dei casi negli ospedali, ma è nettamente meno virulenta della variante Delta e possiamo continuare a procedere come stiamo facendo", ha spiegato il leader che tuttavia, ha invitato la popolazione a celebrare il nuovo anno "con cautela".

Si parla di

Video popolari

Gb: 90% dei pazienti in intensiva non ha avuto dose di richiamo

Today è in caricamento