Mercoledì, 14 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

#GeorgeFloyd, la protesta arriva fuori dalla Casa Bianca

La Guardia Nazionale mobilitata in almeno 21 stati

Washington, 1 giu. (askanews) - Le città americane sono al limite mentre i falò bruciano persino vicino alla Casa Bianca. È il sesto giorno di disordini a livello nazionale dalla morte di #GeorgeFloyd la scorsa settimana a Minneapolis.

I sindaci hanno imposto il coprifuoco e diversi governatori hanno mobilitato la Guardia Nazionale in almeno 21 stati, ma ciò non ha fermato le proteste diffuse in tutto il Paese, alcune delle quali segnate da violenze e saccheggi.

Manifestazioni in almeno 140 città degli Stati Uniti nei giorni successivi alla morte di George Floyd, afroamericano letteralmente schiacciato da tre agenti di polizia.

La Casa Bianca è stata oscurata mentre gli incendi infuriavano nelle vicinanze. Trump è stato portato nel bunker di sicurezza per almeno un'ora. Intanto anche a New York City la situazione si fa incandescente.

Due agenti di polizia di Atlanta sono stati licenziati per aver usato una forza eccessiva durante una protesta. Un uomo è stato arrestato dopo aver guidato un camion attraverso una folla di manifestanti nel Minnesota.

A Birmingham, in Alabama, i manifestanti hanno iniziato a demolire un monumento. A Boston, un SUV della polizia è stato dato alle fiamme.

Si parla di

Video popolari

#GeorgeFloyd, la protesta arriva fuori dalla Casa Bianca

Today è in caricamento