rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

Gli elefanti migrano in massa: disoccupati per il coronavirus

In Thailandia i siti turistici chiudono, rischiano la fame

Milano, 11 giu. (askanews) - In Thailandia il coronavirus ha lasciato senza lavoro anche gli elefanti. Non ci sono più turisti e migliaia di esemplari addomesticati hanno cominciato una migrazione di massa, per tornare a casa, lasciando i siti di vacanza, ora desolati, dove rischierebbero di morire di fame.

Un lungo viaggio, di centinaia di chilometri in alcuni casi, guidati dai loro proprietari verso villaggi come quello di Huay Pakoot dove vivono generazioni di Karen mahouts, un popolo conosciuto come "gli addomesticatori di elefanti".

"Non abbiamo alcun tipo di guadagno - dice uno di loro - e dobbiamo, comunque, prenderci anche cura degli elefanti".

Per gli animali in realtà il ritorno a casa significa anche la liberazione dalle lunghe giornate in cui sono costretti a intrattenere i turisti con piccole acrobazie e coreografie, insegnate dai loro addomesticatori, a volte anche con metodi aggressivi.

Si parla di

Video popolari

Gli elefanti migrano in massa: disoccupati per il coronavirus

Today è in caricamento