Lunedì, 21 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli Usa donano 500 milioni di vaccini: "non è arma di pressione"

Distribuiti attarverso il meccanismo Covax

Roma, 11 giu. (askanews) - Una tappa storica: da Carbis Bay, la località in Cornovaglia dove si tiene il G7, il presidente degli Stati Uniti Joen Biden conferma così il dono di 500 milioni di dosi di vaccino anti Covid Pfizer-BioNTech, dagli Stati Uniti ai paesi svantaggiati. Un regalo che avviene attraverso il dispositivo internazionale Covax.

Un dono, ha detto Biden, che andrà a quasi 100 paesi: "La donazione più grande di vaccini contro il Covid mai effettuata nella storia della pandemia".

Il contributo statunitense non avrà condizioni, ha aggiunto Biden, un'allusione appena velata a Cina e Russia, paesi che secondo Washington usano il vaccino come mezzo di pressione diplomatica.

Lo ribadisce Gayle Smith, coordinatrice del Dipartimento di Stato per la risposta globale al Covid: "Crediamo, e pensiamo che il G7 anche creda, che sia nostro compito fare due cose: una è rendere i vaccini disponibili, soprattutto ai paesi che non possono permetterseli. La seconda cosa è donarli senza condizioni. Questi sono strumenti per combattere una pandemia non mezzi di pressione.

Altri dettagli sul meccanismo arrivano sempre da Gayle Smith: "non arriveranno tutti in agosto" spiega, "ci sarà una prima tranche di 50 milioni di dosi che aumenteranno man mano che diventano disponibili. Verranno distributi attraverso i piani nazionali vaccinali di ogni paese. Saranno destinati a 92 paesi inseriti nel meccanismo Covax e a paesi dell'Unione africana, per un totale di circa cento nazioni.

Gli Stati Uniti condivideranno anche 80 milioni di dosi Moderna e Johnson& Johnson dalle loro riserve nazionali, più i 500 milioni di dosi Pfizer annunciate dal presidente Biden".

Si parla di

Video popolari

Gli Usa donano 500 milioni di vaccini: "non è arma di pressione"

Today è in caricamento