rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024

"Holy Spider", il maschilismo in Iran a 5 mesi da inizio proteste

Dal 16 febbraio nei cinema il film ispirato ad una storia vera

Roma, 9 feb. (askanews) - Arriva nei cinema il 16 febbraio, a cinque mesi dall'inizio delle proteste per la morte di Mahsa Amini, "Holy Spider", il film che mostra il volto segreto della prostituzione in Iran, raccontando contemporaneamente una storia realmente accaduta. All'inizio degli anni 2000 un serial killer uccise 16 prostitute nella città santa di Mashhad. Saeed Hanaei era un uomo molto religioso e tanti suoi concittadini manifestarono in suo favore.

Nel film di Ali Abbasi l'attrice Zar Amir Ebrahimi, Palma d'oro al festival di Cannes, interpreta la giornalista che nonostante il boicottaggio della polizia riuscì a incastrare l'uomo. Un film potente, rivelatorio, che denuncia come il maschilismo permei ogni piega della società e che, alla luce delle proteste delle donne iraniane, diventa ancora più significativo.

Si parla di

Video popolari

"Holy Spider", il maschilismo in Iran a 5 mesi da inizio proteste

Today è in caricamento