Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hong Kong, leader movimento in tribunale per corteo su Tienanmen

Perseguiti per la manifestazione non autorizzata da Pechino

 

Hong Kong, 15 set. (askanews) - Slogan pro-democrazia davanti al tribunale di Hong Kong. I militanti dell'ex colonia britannica si sono riuniti in occasione dell'udienza per i disordini scoppiati a una manifestazione in occasione dell'anniversario di piazza Tienanmen che era stata vietata dal governo locale fedele a Pechino.

Tra i 26 militanti sotto accusa ci sono anche alcuni dei leader del movimento prodemocrazia: il magnate Jimmy Lai, 72 anni, e il giovane attivista Joshua Wong. "Ventisei di noi sono perseguiti penalmente per aver partecipato a un'assemblea non autorizzata. Insistiamo sul fatto che condannare il massacro di Tienanmen ogni anno con le candele non sia un crimine", ha dichiarato l'attivista Lee Cheuk yan.

"Noi continueremo la lotta e continueremo a commemorare le vittime di piazza Tienanmen, anche con la nuova legge sulla sicurezza".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento