Martedì, 13 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I britannici in Spagna criticano la quarantena al rientro in Uk

Voci da Torremolinos; "colpito" anche ministro Trasporti Shapps

Torremolinos, 27 lug. (askanews) - Alcuni britannici a Torremolinos, località molto popolare sulla Costa del Sol (Andalusia), Spagna meridionale, non hanno reagito bene di fronte alla decisione del governo britannico di richiedere a tutti i passeggeri che arrivano dalla Spagna di mettersi in quarantena, come misura per contrastare il coronavirus, al loro rientro.

"Viviamo qui, ma siamo cittadini britannici e sarà davvero difficile ora per l'economia e i bar essere capaci di crescere e tornare alla vita normale quando i britannici non vorranno venire qui perché viene dipinto sotto una cattiva luce", dice Hannah.

"La quarantena, quando torni nel Regno Unito, siamo tornati nel Regno Unito un mese fa - spiega ancora Hannah - e non c'erano mascherine che sono necessarie quando si va al supermercato. Non c'erano gel igienizzanti che sono usati per questo scopo. Mettersi in quarantena quando si torna indietro appare inutile".

"Soggiorno all'Ecuador Park - aggiunge il connazionale britannico, Neal Evans - e una famiglia britannica si è girata stamattina e mi ha detto 'dobbiamo tornare a casa domani mattina e stare in quarantena per due settimane quando dobbiamo andare al lavoro'. Ma che ingiustizia per il popolo britannico? E che ingiustizia per gli spagnoli che hanno lavoro e affari?".

Il governo spagnolo ha ribadito domenica 26 luglio che nonostante un recente aumento di casi di contagio il paese è sicuro da visitare. Per la ministra degli Esteri Arancha Gonzalez Laya "la Spagna è un paese sicuro e come altri paesi europei ci sono nuovi focolai, non è inusuale".

Il governo britannico ha difeso la sua decisione, entrata in vigore dalla mezzanotte di sabato, poche ore dopo l'annuncio del ministro degli Esteri Dominic Raab. Ironia della sorte, tra i britannici colpiti dalla misura restrittiva e che dovrà sottoporsi alla quarantena al suo rientro anche il ministro dei Trasporti britannico, Grant Shapps, attualmente in vacanza in Spagna.

Si parla di

Video popolari

I britannici in Spagna criticano la quarantena al rientro in Uk

Today è in caricamento