Lunedì, 21 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I centri di recupero del Wwf, dove l'uomo cura la natura

Si trovano nelle Oasi, aperte il 5 e 6 giugno

Milano, 1 giu. (askanews) - Luoghi in cui l'uomo aiuta la natura a resistere e rinascere. Sono i Centri di recupero di animali selvatici del Wwf che accolgono ogni anno migliaia di esemplari, spesso di specie rare o minacciate, feriti da trappole di bracconieri o a causa di incidenti con macchine e ostacoli di vario genere. I volontari li curano e poi li reinseriscono in natura, nel loro ambiente.

I Centri si trovano in alcune delle 100 aree protette gestite dal Wwf in Italia, che si animano il 5 e 6 giugno con la Festa delle Oasi, in corrispondenza, il 5, della Giornata dell'ambiente.

Per l'occasione il Wwf ha voluto sottolineare l'importante ruolo dei centri di recupero, veri e propri ospedali della biodiversità che contribuiscono non solo alla conservazione di specie spesso rare e minacciate, ma anche nel sensibilizzare la collettività sui temi della salvaguardia degli animali con iniziative educative e informative.

Si parla di

Video popolari

I centri di recupero del Wwf, dove l'uomo cura la natura

Today è in caricamento