rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024

Il Giappone piange Sakamoto: ha vissuto con musica fino alla fine

I fan ricordano il compositore scomparso a 71 anni per un cancro

Roma, 3 apr. (askanews) - A Tokyo, i fan di Ryuichi Sakamoto ricordano il grande artista giapponese scomparso a 71 anni per un tumore. Nella sua carriera ha composto indimenticabili musiche di film, da "L'ultimo imperatore" di Bernardo Bertolucci con cui vinse l'Oscar per la migliore colonna sonora, al più recente "The Revenant" (2015) di Alejandro Gonzàlez Inàrritu. Ma il musicista e compositore è stato anche un pioniere dei suoni digitali ed elettronici. Era amatissimo, non solo in Giappone.

"Era davvero magnifico, quando ero piccola non avevo molti soldi in tasca, quindi ascoltavo sempre i programmi radiofonici per seguire e sentire la sua musica" racconta Sachiko Akashi, sua grande fan.

"Ha continuato a pubblicare nuovi lavori fino a poco tempo fa, ed era così attivo che non ho mai pensato alla sua salute - dice Tatsuya Murakoshi, vice direttore del negozio Tower Records Shinjuku - la notizia della sua morte mi ha sorpreso. Sono rimasto scioccato, anche se era prevedibile che un giorno come questo sarebbe arrivato".

"Ha vissuto con la musica fino alla fine", ha dichiarato il suo team, aggiungendo che l'artista ha sempre desiderato un funerale discreto riservato ai familiari. All'inizio del 2021 Sakamoto aveva rivelato di essere affetto da un cancro al colon-retto, dopo essere stato curato per un cancro alla gola.

Si parla di

Video popolari

Il Giappone piange Sakamoto: ha vissuto con musica fino alla fine

Today è in caricamento