rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024

Il Malawi devastato dal ciclone Freddy, oltre 300 morti

Più di 400 in tutta l'Africa Australe, danni e inondazioni

Roma, 17 mar. (askanews) - Il bilancio dei morti del ciclone Freddy in Malawi è salito a 326, ha dichiarato il presidente Lazarus Chakwera, portando il numero totale delle vittime in tutta l'Africa meridionale a più di 400. Le cattive condizioni meteo hanno spinto la polizia a far intervenire i cani da fiuto per aiutare nelle operazioni di ricerca, mentre il governo dello Zambia ha messo a disposizione due aerei per consentire all'esercito di raggiungere le aree rese inaccessibili.

Il presidente ha lanciato un appello al sostegno globale per affrontare "una tragedia nazionale" con inondazioni e smottamenti che hanno provocato centinaia di vittime.

Il ciclone si è abbattuto per la prima volta sull'Africa meridionale alla fine di febbraio, colpendo il Madagascar e il Mozambico ma causando solo danni limitati nel Malawi, che non ha sbocchi sul mare. Si è poi spostato nell'Oceano Indiano, dove ha attinto maggior potenza dalle acque calde prima di compiere una rara inversione di rotta per abbattersi una seconda volta sulla terraferma. Le piogge si sono attenuate da due giorni ma Freddy è sulla buona strada per diventare una delle tempeste tropicali più lunghe di sempre. In Mozambico ha causato almeno 73 morti e decine di migliaia di sfollati nelle ultime settimane e ha ucciso altre 17 persone in Madagascar.

Si parla di

Video popolari

Il Malawi devastato dal ciclone Freddy, oltre 300 morti

Today è in caricamento