Giovedì, 21 Ottobre 2021

Il Nobel per la fisica all'italiano Giorgio Parisi

Insieme a Manabe e Hasselmann per gli studi sul clima

Milano, 5 ott. (askanews) - Era dal 1984 che l'Italia non vinceva un premio Nobel per la Fisica. Quella volta era stato Carlo Rubbia, oggi a vincere il premio più importante è stato Giorgio Parisi. Il fisico italiano è stato insignito del Premio Nobel per la Fisica 2021, con il giapponese Syukuro Manabe e il tedesco Klaus Hasselmann, "per i contributi innovativi alla nostra comprensione dei sistemi fisici complessi".

Parisi è stato premiato "per la scoperta dell'interazione tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici, dalla scala atomica a quella planetaria", ha annunciato la Reale Accademia di Scienze svedese.

Manabe e Hasselmann hanno ricevuto il Nobel "per la modellazione fisica del clima terrestre, la quantificazione della variabilità e la previsione affidabile del riscaldamento globale".

Il fisico italiano ha risposto telefonicamente alle domande dei giornalisti internazionali, ribadendo l'urgenza dell'azione contro il cambiamento climatico.

"E' urgente, è molto urgente prendere delle decisioni reali e forti e agire a ritmo sostenuto perché siamo in una situazione che può avere effetti negativi e può accelerare l'aumento della temperatura. Per le generazioni future dobbiamo agire adesso molto rapidamente e non con altro ritardo", ha dichiarato Parisi.

Nato a Roma nel 1948, Parisi è ricercatore associato all'INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Professore ordinario di Fisica Teorica alla Sapienza di Roma, già Presidente dell'Accademia dei Lincei. E' il sesto italiano a ottenere l'ambito riconoscimento nel campo della Fisica, dopo Guglielmo Marconi (1908), Enrico Fermi (1938), Emilio Segre (1959), Carlo Rubbia (1984) l'italiano naturalizzato statunitense Riccardo Giacconi (2002).

Si parla di

Video popolari

Il Nobel per la fisica all'italiano Giorgio Parisi

Today è in caricamento