Sabato, 17 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rapporto tra uomo e tecnologia nella terza Luiss.MasterClasses

Lezioni live con esperti su temi di attualità legati al Covid-19

Roma, 29 apr. (askanews) - Il nuovo rapporto tra uomo e tecnologia, con le opportunità lavorative legate al digitale e le innovazioni per la didattica predisposte a causa del Covid-19, è stato il tema di "Umanesimo Artificiale: oltre l'intelligenza digitale?", terzo incontro di Luiss MasterClasses, un ciclo di lezioni live organizzate dalla Luiss di Roma, in cui esperti internazionali e manager si confrontano su argomenti di vario tipo, dalle reti, ai saperi multipli, all'innovazione, il tutto connesso all'emergenza coronavirus e con alla fine la possibilità di domande degli studenti.

Nel terzo appuntamento sono intervenuti in un Facebook live sul profilo dell'Ateneo, il Direttore Generale della Luiss Giovanni Lo Storto e Jeffrey Schnapp scrittore e docente di Letterature Comparate, fondatore del MetaLAB (at) Harvard, laboratorio che lavora all'integrazione del sapere umanistico con i nuovi temi del digitale. Jeffrey Schnapp: "Io vorrei proporre di sostituire questo immaginario antropocentrico che proietta su queste tecnologie il volto umano a un immaginario protetico dove le tecnologie sono lì per aumentare, espandere i confini della nostra cognizione, per cui l'intelligenza artificiale è una specie di prolungamento dell'intelligenza umana", portando diversi esempi di AI applicata all'arte e alla cultura per migliorare le potenzialità dell'uomo.

E Lo Storto, parlando dello sviluppo del digitale con la pandemia, ha aggiunto che la formazione può offrire all umanità una chance: "Non è la macchina che lavora contro di noi per raggiungere il sopravvento della capacità di cambiare il mondo in modo consapevole, ma è a nostra disposizione per aumentare la nostra capacità di cambiare il mondo, a favore dell"umanità, questo è fondamentale secondo me".

Nelle due precedenti Luiss MasterClasses sono intervenuti il Rettore Andrea Prencipe e lo scrittore Paolo Giordano sull'impatto sociale e culturale del virus per la società; mentre la vicepresidente della Luiss Paola Severino e il top manager Aldo Bisio, ad di Vodafone Italia, hanno affrontato il ruolo delle reti; con quest ultimo che ha sottolineato l importanza di investire ora più che mai nel 5G e Severino che ha ragionato sulla possibilità di disciplinare un diritto costituzionale dell'emergenza. Nei prossimi incontri in programma, due a settimana fino al 21 maggio, tra i tanti ospiti il 30 aprile interverrà il professore Henry Chesbrough, padre fondatore del concetto di Open Innovation sul ruolo dell'innovazione aperta nella gestione della crisi, e il 5 maggio Cecilia Piccioni già ambasciatrice italiana in Vietnam, sui rapporti tra gli stati durante e dopo la pandemia.

Si parla di

Video popolari

Il rapporto tra uomo e tecnologia nella terza Luiss.MasterClasses

Today è in caricamento