Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Argentina i dentisti aiutano a ridurre i contagi di Covid

Girano su unità mobili e fanno test per programma dell'Università

 

Roma, 11 ago. (askanews) - Non sono medici, alcuni sono già dentisti, altri stanno ancora studiando, e hanno deciso di non "rimanere a casa a fare nulla", mentre la pandemia avanza nella capitale argentina. Per le strade di Buenos Aires a bordo di tre unità mobili, aiutano a fare i test per individuare le persone che potrebbero essere positive, cercando così di arginare la diffusione del coronavirus in città. Sono i 20 volontari della Uba, l'Università di Buenos Aires, che seguono il programma "Detectar": si spostano nei quartieri dove viene individuato un caso e dove potrebbero essercene altri.

"Facciamo parte del sistema sanitario - dice Agostina Guerra, 27 anni, dentista - non siamo medici, siamo dentisti, però facciamo parte del sistema sanitario e quindi non resto a casa a fare nulla, mi sembra che dobbiamo uscire, aiutare, fare qualcosa".

"È per questo che siamo qui, per impedire che si propaghi, che continui ad avanzare e colpisca più gente. L'idea è che con la nostra partecipazione - aggiunge il collega Mauro Pachado, 30 anni - e quella di altre equipe, il tasso di contagi si riduca".

Attualmente l'Argentina registra 250.000 contagi e più di 4.600 morti per Covid-19 su una popolazione di 44 milioni di abitanti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento