Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Etiopia i funerali del cantante e attivista Hachalu Hundessa

Nelle proteste per la sua uccisione morte 80 persone

 

Addis Abeba, 2 lug. (askanews) - Si sono tenuti i funerali di Hachalu Hundessa, il famoso cantante etiope di etnia Oromo assassinato lunedì sera ad Addis Abeba. Nella capitale dell'Etiopia una folla ordinata, e in qualche modo distanziata, ha celebrato una delle voci più importanti dell'opposizione. La sepoltura si è tenuta però ad Ambo, cittadina a prevalenza Oromo non lontana da Addis Abeba.

L'artista, 36 anni, era famoso per i suoi versi di denuncia sociale sui diritti

degli Oromo, prima etnia del Paese, pari a oltre il 30% della

popolazione, protagonista delle proteste antigovernative del

2018.

Dopo l'uccisione, nelle proteste di piazza, sono morte circa ottanta persone.

Hachalu era diventato famoso nel 2015

con la canzone "Maalan Jirra", con cui aveva denunciato la

sistematica cancellazione degli Oromo, delle loro tracce storiche

e culturali dalla città di Addis Abeba.

Aveva quindi sostenuto le proteste scatenate da un progetto

governativo per espandere la capitale, situata proprio nel cuore

della regione Oromia, e poi proseguite, una volta ritirato il

piano, per chiedere un maggiore riconoscimento politico,

economico e culturale per l'etnia Oromo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento