Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inps, Lega sospende Murelli e Dara per aver preso bonus Iva

Molinari: non violata nessuna legge, ma loro atto inopportuno

 

Roma, 12 ago. (askanews) - Lo scandalo dei deputati che hanno usufruito del bonus dell'Inps per le partite Iva ha portato già i primi provvedimenti nel tentativo di arginare lo tsunami mediatico. "Dopo aver ascoltato e verificato le rispettive posizioni, si conferma il provvedimento della sospensione per i deputati Elena Murelli e Andrea Dara". Lo rende noto il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari. Entrambi i deputati - conferma la nota - hanno percepito il bonus Inps di 600 euro previsto per i titolari di partita Iva.

Il deputato Dara si è scusato, sostenendo che a chiedere il bonus sarebbe stata la madre. Ma è troppo tardi. La sospensione è già in corso.

"Pur non avendo violato alcuna legge - dice Molinari - è inopportuno che parlamentari abbiano aderito a tale misura e per questa ragione abbiamo deciso e condiviso con i diretti interessati il provvedimento della sospensione. E' comunque incredibile che i vertici dell'Inps non abbiamo versato ai lavoratori che aspettano da marzo quanto dovuto e che abbiano invece versato a chi non era in difficoltà. In qualsiasi altro paese i parlamentari sarebbero stati sospesi ma il presidente dell'INPS sarebbe stato licenziato".

Ma per chiarire tutto il quadro di questa incresciosa vicenda venerdì 14 agosto il presidente Inps, Pasquale Tridico, riferirà in commissione Lavoro alla Camera. In quella sede sarà dunque possibile per i deputati fare tutte le domande che ritengono al presidente Tridico sull'erogazione dei bonus, e dunque anche eventualmente sui nomi dei parlamentari beneficiari.

Il Garante della Privacy ha inviato una richiesta di informazioni all'Inps e ha aperto una istruttoria in ordine alla metodologia seguita dall'Istituto rispetto al trattamento dei dati dei beneficiari e alle notizie al riguardo diffuse sul bonus covid incassato da alcuni parlamentari, e da numerosi consiglieri regionali e comunali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento