Venerdì, 18 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ir Top Consulting: Euronext-Borsa chance per Pmi, bonus è d'aiuto

Lambiase: in manovra prorogare sconto fiscale per le quotazioni

Roma, 3 dic. (askanews) - L'ingresso di Borsa Italiana nel gruppo Euronext apre nuove opportunità per le piccole e medie imprese italiane, che potranno beneficiare anche di uno sconto fiscale per approdare sui mercati finanziari.

È il punto di vista di Anna Lambiase, fondatrice e amministratore delegato di Ir Top Consulting, boutique finanziaria "leader in Italia nella consulenza direzionale per la quotazione in Borsa".

"Con l'operazione Euronext-Borsa Italiana nasce il primo hub finanziario pan-europeo a supporto della raccolta di capitali da parte di imprenditori italiani per facilitare lo sviluppo e la crescita del mercato" dice Lambiase. "L'integrazione con Euronext potrà favorire anche sinergie tra i listini europei, permettendo all'Italia di essere valorizzata come un sistema di piccole e medie imprese fortemente orientate all'innovazione. Questo potrà accelerare il percorso di quotazione di molte società. E infatti noi stimiamo una forte crescita della domanda di Ipo, che si unirà al lancio in Italia dei Pir alternativi che partiranno l'anno prossimo e sarà quindi in grado di favorire un maggiore afflusso di risorse verso l'economia reale".

In vent'anni di attività Ir Top Consulting ha accompagnato un numero elevato di Pmi nel processo di quotazione, sviluppando una conoscenza approfondita del mercato dei capitali. La società milanese si rivolge soprattutto alle aziende che vogliono avviare un percorso di crescita con l'approdo a Piazza Affari.

"Oggi le società che si quotano partono da 15-20 milioni di fatturato con redditività positiva. Guardiamo a Pmi innovative, a società con una forte componente di ricerca e sviluppo, che attraverso la quotazione possono realizzare dei piani industriali a medio e lungo termine moltiplicando la loro dimensione aziendale. Guardiamo alla Tecnologia, al Green, all'Industrial, all'Healthcare, che sono poi i settori più attrattivi anche per gli investitori istituzionali. Nell'attuale contesto di mercato gli investitori sono sempre più sensibili verso le tematiche della sostenibilià e quindi è importante riuscire a esprimere, anche quantativamente, il valore generato in termini non soltanto di profittabilità ma anche di sostenibilità dell'azienda" dice Lambiase.

Per le Pmi che vogliono entrare in Borsa è previsto un bonus fiscale del 50% sui costi di quotazione. Uno sconto significativo che potrebbe essere rinnovato con la legge di bilancio: "Oggi il credito d'imposta è valido sicuramente fino a dicembre di quest'anno, ma stiamo lavorando insieme ad altri operatori con il ministero dello sviluppo economico per riuscire a prorogare il credito d'imposta. Questo potrà essere molto importante perchè permetterà alle aziende di arrivare fino a un tetto massimo di 500mila euro, risparmiando la metà dei costi sostenuti nel percorso di quotazione. Nel 2019 sono state ammesse alla misura ben 17 imprese, con un assorbimento del 32% delle risorse disponibili. E l'anno scorso sono state ammesse alla misura 32 imprese, con un assorbimento del 45% delle risorse disponibili. È quindi auspicabile che questo credito d'imposta possa continuare anche nei prossimi anni" conclude Lambiase.

Si parla di

Video popolari

Ir Top Consulting: Euronext-Borsa chance per Pmi, bonus è d'aiuto

Today è in caricamento