rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

Iraq, a Mosul la prima fossa comune dei combattenti dell'Isis

85 corpi; uccisi probabilmente da esercito iracheno tra 2016-2017

Roma, 21 mar. (askanews) - Le autorità irachene hanno estratto da una fossa comune a Mosul, nel nord del Paese mediorientale, i resti di 85 combattenti dello Stato Islamico e delle loro famiglie uccisi quando l'esercito iracheno riprese il controllo della roccaforte jihadista nel 2016-2017.

Potrebbe essere questa la prima fossa comunque con i resti di esponenti dell'Isis in Iraq, uccisi durante la battaglia di Mosul che vide fronteggiarsi l'Isis con i soldati iracheni, sostenuti da una coalizione internazionale tra l'ottobre 2016 e l'estate 2017.

Si parla di

Video popolari

Iraq, a Mosul la prima fossa comune dei combattenti dell'Isis

Today è in caricamento