Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Istat: crollo reddito e potere d'acquisto, mai così male dal '99

Consumi a picco (-11,5%) nel II trimestre

Roma, 2 ott. (askanews) - Gli effetti nefasti della pandemia da coronavirus pesano sull'economia italiana. Le conseguenze del Covid si stanno facendo sentire su reddito e potere d'acquisto. Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è diminuito del 5,8% rispetto al trimestre precedente, mentre il potere d'acquisto è diminuito del 5,6%. Lo ha reso noto l'Istat spiegando che si tratta del calo più forte dal primo trimestre del 1999, data d'inizio delle serie storiche. Come conseguenza si è registrato un crollo dei consumi dell'11,5%.

Male anche il rapporto deficit-Pil, l'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Prodotto interno lordo è stato pari al 10,3%. Sempre secondo i dati forniti dall'Istat la pressione fiscale è stata pari al 43,2%, in crescita di 1,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, "nonostante la marcata riduzione delle entrate fiscali e contributive".

Si parla di

Video popolari

Istat: crollo reddito e potere d'acquisto, mai così male dal '99

Today è in caricamento