Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Istat: da febbraio (pre-Covid) occupazione giù di 600mila unità

A giugno disoccupazione sale a 8,8%, per i giovani al 27,6%

 

Roma, 30 lug. (askanews) - Disoccupazione in salita a giugno all'8,8% (+0,6% sul mese precedente) con un 27,6% tra i giovani, (+1,9%). Lo rileva l'Istat che ha diffuso i dati sul lavoro, sottolineando che rispetto al mese di maggio prosegue a ritmo meno sostenuto la diminuzione dell'occupazione e la crescita del numero di persone in cerca di lavoro, a fronte di un calo dell'inattività.

La diminuzione dell'occupazione su base mensile (-0,2% pari a -46mila unità) coinvolge le donne (-0,9% pari a -86mila), i dipendenti permanenti (-0,4% pari a -60mila) e gli under50, mentre gli occupati aumentano tra gli uomini (+0,3% pari a +39mila), i dipendenti a termine, gli indipendenti e gli ultracinquantenni. Nel complesso, il tasso di occupazione scende lievemente, attestandosi al 57,5% (-0,1 punti percentuali).

L'aumento delle persone in cerca di lavoro, spiega l'Istat, è consistente: (+7,3%), riguarda soprattutto gli uomini (+9,4%, contro il +5,0% delle donne) e interessa tutte le classi di età.

Da febbraio 2020, quindi prima della pandemia di coronavirus, il livello dell'occupazione, rileva l'Istituto di statistica, è sceso di circa 600mila unità e le persone in cerca di lavoro sono diminuite di 160mila, a fronte di un aumento degli inattivi di oltre 700mila unità.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento