Mercoledì, 21 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Jabil, l'azienda revoca i 190 licenziamenti a Marcianise (Ce)

Il ministro Nunzia Catalfo in visita agli stabilimenti casertani

Milano, 4 giu. (askanews) - "Con l'azienda ci siamo chiariti e abbiamo parlato diverse volte al telefono, l'ultima 2 giorni fa e abbiamo raggiunto insieme questo risultato, tutelando 190 lavoratori e le loro famiglie, una cosa importante per l'Italia e il meridione. Investiremo nella formazione di questi lavoratori e li aiuteremo anche a trovare anche una nuova ricollocazione".

Nessuno perderà il lavoro nello stabilimento Jabil di Marcianise, in provincia di Caserta. La multinazionale americana che si occupa di componentistica elettronica ha revocato i 190 licenziamenti minacciati a febbraio 2020, appena esplosa la pandemia di Covid-19 in Italia con il conseguente lockdown, annunciando ora il ricorso a 5 settimane di Cassa integrazione straordinaria.

Lo ha ribadito lo stesso ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo recatasi in visita a Marcianise.

"Abbiamo un accordo sottoscritto punto per punto - ha precisato - seguiremo tutta la fase di ricollocazione. Abbiamo già convocato azienda e sindacati per martedì prossimo (9 giugno, ndr) alle 17. Continua l'impegno per preservare i posti di lavoro e per trovare delle occasioni lavorative buone per questi lavoratori affinché posano mantenere i loro livelli occupazionali così com'erano prima".

Il ministro è stato accolto con applausi e riconoscenza dai lavoratori della Jabil che le hanno regalato anche un mazzo di fiori ringraziandola per il suo contributo nella trattativa.

Si parla di

Video popolari

Jabil, l'azienda revoca i 190 licenziamenti a Marcianise (Ce)

Today è in caricamento