Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Aquila: al via il Festival delle Arti, omaggio a Beverly Pepper

Un itinerario artistico che tocca anche Todi e Venezia

 

Milano, 14 set. (askanews) - L'energia di una big band jazz, la magia di opere di land art, e tanta voglia di dimenticare la paura: ha preso il via a L'Aquila il Festival delle Arti 2020, che coinvolge tre città - l'Aquila, Todi e Venezia - nel corso del mese di settembre. Il Festival è anche un omaggio esplicito all'artista statunitense, scomparsa a febbraio scorso, Beverly Pepper, al suo approccio all'arte e al suo amore per l'Italia.

Le tre città toccate dalle perfòrmance artistiche ospitano infatti in modo permanente le opere dell'artista, conosciuta nel mondo per le sue sculture monumentali e le installazioni di land art.

"Il Festival delle arti nasce proprio sulla scia dell'energia di Beverly Pepper che ha portato l'arte la cultura in tutto il mondo- dice Elisa Veschini, vicepresidente della Fondazione Progetti Beverly Pepper - Siamo davvero felici di poter inaugurare questo momento fatto di cultura e di arte, che si riappropria degli spazi urbani e che vede appunto l'arte come strumento per dare vita a un aggregazione di persone che usufruiscono, in tutta sicurezza, degli spazi nelle città".

Il concerto di apertura ha visto l'esibizione della Big Band del Conservatorio Alfredo Casella, diretta dal maestro Massimiliano Caporale. Una session dedicata ai classici del jazz che ha avuto come scenario l'Amphisculpture nel Parco del Sole, in prossimità della Basilica di Collemaggio, che ha rappresentato per il territorio un esempio di rinascita post sisma. "Questa è la prima serata, la prima occasione ospitata in questi spazi realizzati dall'artista Beverly Pepper, in cui l'arte si riprende, si riappropria, di queste aree - sottolinea Giancarlo Della Pelle, consigliere comunale del Comune dell'Aquila - Sono spazi arredati con una bellissima scultura che la Pepper realizzò circa un anno e mezzo fa e donata all'Aquila. Siamo quindi contenti di poter ospitare questa serata fatta di architettura e anche di musica con gli artisti del Conservatorio dell'Aquila. Quindi cultura, musica, spazi 'recuperati' dopo il lockdown per il covid" .

Dopo l'apertura a l'Aquila, il Festival prosegue a Todi il 18, 19 e 20 settembre con un ricco programma di musica, danza e installazioni di arte contemporanea e artigianato al Parco Beverly Pepper. Gran finale poi a Venezia, allo spazio Thetis, il 24 settembre con una meravigliosa performance di danza contemporanea e percussioni intrecciate con i totem di 10 metri realizzati da Beverly Pepper.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento