rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

L'atleta paralimpico si allena in una "piscina-tapis roulant"

Leo Hynes è cieco, in acqua con guida non può mantenere distanze

Dublino, 20 giu. (askanews) - Agganciato a un elastico nella sua minuscola piscina allestita nel vialetto della sua abitazione di periferia, nell'ovest dell'Irlanda, l'atleta paralimpico Leo Hynes, si allena da fermo, ma lo fa molto velocemente. L'atleta cieco, 48 anni, si è così adattato durante il lockdown. La pandemia è arrivata mentre Leo si stava preparando per i Giochi Olimpici di Tokyo, ormai rinviati e ha così creato una sua "piscina-tapis-roulant".

"Speravo di andare a Tokyo per i Giochi paralimpici del 2020, ma sfortunatamente, a causa del Covid-19, questi sono stati rinviati di un anno", ha ricordato.

"Come si trova al momento il lockdown, a causa dei due metri di sicurezza, anche se andassi a nuotare in acque libere, non posso, perché normalmente sono legato a una guida, il nostro legame è di un metro", ha spiegato.

Si parla di

Video popolari

L'atleta paralimpico si allena in una "piscina-tapis roulant"

Today è in caricamento