Domenica, 7 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo atto di Trump: grazia 73 persone fra cui Steve Bannon

Graziato anche il rapper Lil Wayne

Milano, 20 gen. (askanews) - Nel suo ultimo giorno alla Casa Bianca, Donald Trump ha concesso la grazia a 73 persone e ha commutato la pena di altre 70. Un atto di clemenza tradizionalmente esercitato dai presidenti alla fine del mandato, ma in questo caso i molti nomi legati all'amministrazione Trump fanno discutere. Soprattutto l'ex consigliere di Trump Steve Bannon che era accusato di frode per la raccolta fondi di oltre un milione di dollari, "We build the wall", per finanziare il muro al confine col Messico. Regista della campagna elettorale di Trump, a lui vicinissimo, è stato poi allontanato dalla Casa Bianca per screzi proprio con il presidente.

Oltre a lui graziati Elliott Broidy, uno dei più grandi finanziatori della campagna elettorale di Trump e il rapper Lil Wayne, accusato di possesso illegale di armi.

Si era parlato anche della possibilità, mai accaduta prima, che Trump graziasse se stesso, una grazia preventiva per eventuali indagini future, ma alla fine non è accaduto.

Si parla di

Video popolari

L'ultimo atto di Trump: grazia 73 persone fra cui Steve Bannon

Today è in caricamento